Friday, June 20, 2008

LEZIONI DI DIALETTO NAPOLETANO.
Nel dialetto napoletano ci sono delle parole che hanno un significato solo se ripetute 2 volte
Esempio:
LENTAMENTE: KIAN KIAN
ADAGIO : CUONC CUONC
COMPLETAMENTE: SAN SAN
METICOLOSAMENTE: PIL PIL
DISTESO: LUONG LUONG..
DISTESO RIGIDAMENTE: TISC TISC!!!

Difficoltà maggiori si hanno con:
ALL'ULTIMO MOMENTO: NGANN NGANN
DI NASCOSTO: AUM AUM

Avverbi di tempo.
ADESSO: MO'.....
IN QUESTO MOMENTO: MO' MO'.

La stessa regola si applica anche al passato
ALLORA: TANN
IN QUEL MOMENTO: TANN TANN

Le parole che iniziano per ' p ' diventano ' ch ':
PIOVE: CHIOV
PIANGERE: CHIAGNR
PIOMBO: CHIUMM

Invece le parole che iniziano per ' g ' perdono la g iniziale.
GIORNO: IUORN
LA GATTA: A' IATT
GENERO: O' IENNR

Nota: difficoltà maggiori si hanno con le parole che iniziano per "s" che si trasforma in ' n ' apostrofata.

SPORCO: N' ZVAT
SPOSATO: N'ZURAT
SOPRA: N'GOPP
SUGNA: N'ZOGN

Il ' VERBO ECCERE" è intraducibile in altre lingue e si coniuga diversamente se una persona è vicina o lontana.

Indicativo presente il verbo ECCERE fà : OICCAN, OILLOC, OILLAN al plurale: EBBICCAN, EBBIGLIOC, EBBILLANN.

Da ricordare che il napoletano, spesso, riesce, in poche parole, a sintetizzare concetti che in italiano sono complessi:

La vocale' e ' da sola significa DEVI:
L'E Ià FRNì = LA DEVI SMETTERE

La lettera ' i ' da sola significa ANDARE
C N VULIMM ì = CE NE VOGLIAMO ANDARE

Oppure scoprire frequentazioni comuni dopo un lungo periodo di tempo' =
ASCììì A' PARIENT!!!

Oppure cercare di convincere una persona a compiere azioni che altrimenti non avrebbe mai fatto:
A' BABBIààà!

Meccanismo congegno elettronico mal funzionante: KIUOV

Parlare apertamente di una persona di cui non si vuole dire esplicitamente il nome: L'AMICO FRIZZ!!!

Molto particolari sono poi gli aggettivi possessivi (MIO, TUO, SUO...)
che in napoletano diventano una desinenza che si aggiunge al sostantivo a cui si riferiscono.

ES. MIO PADRE diventa Pat + m

MIO PADRE: PATM
TUO PADRE: PATT
La terza persona fa eccezione. E' sbagliato dire PATS, ma si dice: O' PAT E KILL (il padre di quello.

2 comments:

loveportofino said...

Che lingua spettacolare! Io non ho tendenza al pessimismo, ma in questo caso devo dire...non ce la farò mai a passare l'esameee.

Ma se studio pil pil, magari kian kian... prima d'essere tisc tisc..!! :D

ahah mi fa morire, ma oiccan oilloc oillan...che fa? pigghie p'o culo? :DD

Ciao Piedone, buona estate!

p.s. una volta, tanti anni fa avevo avuto una cena con beppe grillo...aveva addosso una felpa con la scritta UNIVERSITY OF CATANZARO. Ed era ancora simpatico.
Penso di volerne una con su scritto UNIVERSITI (con la i) OF NAPLES. Sarebbe magnifica.
BUONA ESTATE E ...l'è là firnì e' chiagnr e futtr! :-))

Piedone L'africano said...

ahaahah, LOVE ci vuole una vacanza-studio per correggere gli impercettibili difetti di pronuncia: quando mi vieni a trovare?